Il Pediatra

Il pediatra è lo specialista della salute del bambino da 0 a 18 anni

Si occupa sia del bambino malato che del bambino sano seguendolo per tutta la sua crescita. 

Durante l' età neonatale, ovvero sino a 30 giorni di vita, il pediatra segue lo sviluppo del nuovo nato accertandosi delle sue condizioni di salute e valutando la crescita del peso, della lunghezza e della circonferenza cranica. 

Nelle fasi successive, ossia nel primo anno di vita, il pediatra valuterà il regime alimentare e regolerà lo svezzamento, tappa naturale da compiersi al 6° mese di vita. Compito del pediatra sarà anche quello di assicurarsi che vengano eseguite tutte le vaccinazioni sia obbligatorie e facoltative. 

I bilanci di salute, ovvero le visite pediatriche programmate e volte alla valutazione del raggiungimento delle tappe dello sviluppo di un bambino, rappresentato un momento cardine della attività  del pediatra. 

Durante questo momento, il pediatra compie test specifici per valutare l’insorgere di defcit uditivi, visivi o di altre malattie, riservandosi la scelta di prescrive (se necessario) esami o approfondimenti specialistici.

Le cause più frequenti per chiedere un consulto pediatrico sono le seguenti:

1- Febbre non responsiva agli antipiretici

2- Tosse associata o meno a febbre

3- Diarrea e Vomito

4- Comparsa di eruzioni cutanee 

5- Traumi domestici

Tra queste, esistono delle condizioni in cui la valutazione in pronto soccorso deve essere tempestiva e indifferibile:

1- Febbre nei primi 30 giorni di vita

2-Presenza di sangue nel vomito o nelle feci

3-Alterazioni dello stato di coscienza del bambino

4- Convulsioni con o senza febbre. 

 

Le visite pediatriche posso essere eseguite in regime ambulatoriale o in alternativa al proprio domicilio garantendo al bambino un ambiente familiare e riducendo la  possibilità di contagio con altri bambini. 

Nel rapporto con i genitori, il pediatra rappresenta una figura di riferimento, soprattutto nel caso in cui i genitori si trovino per la prima volta nel ruolo di “mamma” e “papà”. In queste situazioni (ma non solo), i genitori possono sentirsi disorientati e confusi poiché chiamati ad affrontare esperienze del tutto nuove. È compito del pediatra accompagnarli lungo tutte le tappe di crescita del bambino, rassicurarli in qualunque situazione, senza alimentare allarmismi e preoccupazioni che possono accrescere stati di tensione all’interno della coppia.

Newborn del piede del bambino
Esaminare un bambino